L'innovazione nel Gruppo Sofidel

L’innovazione dei processi produttivi, così come quella di prodotto, gioca un ruolo centrale all’interno della strategia di crescita sostenibile del Gruppo Sofidel. Sono, infatti, l’implementazione delle tecnologie più moderne applicate al tissue, la competenza specialistica del management e dei tecnici e la storica vocazione alla realizzazione di prodotti di qualità “premium” a consentire al Gruppo di innovare i processi e offrire prodotti sempre più performanti e contenenti quote inferiori di capitale naturale.  

Ciò permette, quindi, di rispondere in modo responsabile alla crescente domanda di efficienza, funzionalità e sostenibilità proveniente dai clienti, dai consumatori e dalla società in generale.  

A partire dal 2016, e proseguendo nel 2017, questa tensione verso il futuro si è tradotta in una vasta opera di rinnovamento del proprio patrimonio tecnologico che ha riguardato sia la fase di cartiera sia quella di converting. Per quanto riguarda la prima fase del ciclo produttivo, quello della produzione della carta, Sofidel ha effettuato l’acquisto di nuove macchine da cartiera con tecnologia NTT (Advantage New Tissue Technology) di Valmet che, oltre a consentire sia la produzione di tissue convenzionale sia di carta strutturata (textured paper), permettono di raggiungere livelli di efficienza migliori in termini di energia e utilizzo di materia prima. Tra la fine del 2017 e il 2018 sono entrati in produzione quattro esemplari di questo modello in tre stabilimenti del Gruppo: Circleville, negli Stati Uniti; Ciechanów, in Polonia; Buñuel, in Spagna.  

Per quanto riguarda la seconda fase della produzione, quella che va dalla carta al prodotto finito, tra le azioni salienti si segnala la progressiva attivazione delle nuove linee di trasformazione Constellation, prodotte da Fabio Perini, e una tecnologia innovativa che offre una qualità di avvolgimento migliore, preservando la morbidezza del prodotto e garantendo strappi uniformi dall’inizio alla fine dei rotoli.  

L’automazione della logistica è un’altra frontiera dell’innovazione Sofidel. Attraverso l’applicazione al settore cartario di tecniche mutuate dal settore food & beverage, nello stabilimento svedese di Kisa e in quello statunitense di Circleville, sono stati realizzati sistemi di trasferimento automatico delle bobine tra la fase di cartiera e di trasformazione, grazie all’utilizzo di veicoli a tecnologia laser (LGV – “Laser Guided Vehicles”), e la completa automazione della gestione del prodotto finito, grazie al magazzino automatico Smart Store (vedi il paragrafo “L’innovazione di prodotto”). 

Nel mese di gennaio 2019 è stata completata l’installazionedi due nuove linee di trasformazione nello stabilimento Soffass Converting via Giuseppe Lazzareschi. Tra luglio e ottobre sono state avviate anche le prime cinque linee di converting nel nuovo stabilimento Sofdel in costruzione a Inola, in Oklahoma (vedi il capitolo “Fatti rilevanti dell’anno”). 

Torna indietro