Ricerca e sviluppo

Per il 2019, ispirato nuovamente dal principio-guida Less is more e dalla consapevolezza che la sostenibilità è il modello strategico di sviluppo di Sofidel, il Dipartimento Ricerca e Sviluppo del Gruppo – a seguito della definizione da parte del CEO di nuovi parametri per gli utilizzi di materiali plastici di origine petrolchimica e dell’avvio di una tabella di marcia che porterà alla riduzione del 50% della loro incidenza nella produzione entro il 2030 – si è concentrato sull’impostazione, sulla definizione e sull’attuazione del progetto “Meno plastica, più sostenibilità”.

Questo progetto ha comportato l’inizio della ricerca di nuovi materiali, disponibili sul mercato o sviluppati ad hoc dai partner di progetto, per gli imballi primari in carta riciclabile, la valutazione del loro utilizzo con i macchinari e i processi attuali, l’adeguamento degli stessi macchinari alle caratteristiche dei nuovi confezionamenti e l’adeguamento degli imballi alle certificazioni richieste dai clienti, in linea con la sensibilità dei consumatori.

Il progetto "Meno plastica, più sostenibilità", che proseguirà negli anni a venire con l’adeguamento e sviluppo di altri materiali e processi, traccerà una linea guida per il settore.

Oltre a questa iniziativa, l’azienda continua e rafforza la sua collaborazione con università e centri di ricerca a livello internazionale e le sue partnership con fornitori all’avanguardia, motori di sviluppo indispensabili quando si tratta di progettare innovazioni radicali di prodotto, di tecnologie, di processi di nuova generazione, nonché di know-how in ambito cartario e, nello specifico, nel settore della carta tissue.

Prosegue la partecipazione di Sofidel al cluster Tissue Products and Processes con RISE (importante centro di ricerca svedese).

Torna indietro