La qualità e la sicurezza del prodotto

Qualità del prodotto

La qualità del prodotto e la sua continuità tra le varie produzioni sono da sempre per le aziende del Gruppo Sofidel l’obiettivo primario, come si evince dalla mission aziendale. A conferma di ciò, fin dalla metà degli anni ’90 sono stati implementati i Sistemi di Gestione per la Qualità, con primaria attenzione verso la conformità del prodotto e la soddisfazione del cliente e del consumatore. Questi principi sono poi formalizzati nella Quality Policy, emanazione dell’Alta Direzione e disponibile nel sito internet aziendale.

La qualità del prodotto e la sua costanza nel tempo sono garantite dal rispetto delle procedure dei Sistemi di Gestione per la Qualità, dalla spinta verso il miglioramento continuo, dalla puntuale e assidua formazione delle risorse coinvolte e dal costante monitoraggio dei processi.

Tra le attività di monitoraggio, ricordiamo l’Indicatore di Conformità in cui tutte le Non Conformità rilevate, ossia le caratteristiche degli articoli prodotti che non soddisfano i requisiti stabiliti nella documentazione apposita (procedure, specifiche tecniche ecc.), sono ponderate in base alla loro gravità e rapportate alla produzione totale realizzata.

La tabella seguente mostra i valori dell’Indice di Conformità del Prodotto4 riscontrato negli ultimi tre anni nei siti produttivi del Gruppo.

Indice di conformità del prodotto

Soffass Converting via Lazzareschi (ITA) Soffass via Fossanuova (ITA) Soffass Monfalcone (ITA) Soffass Tassignano (ITA) Intertissue Baglan (UK) Intertissue Horwich (UK) Sofidel Benelux Sofidel France Frouard Sofidel France Ingrandes Sofidel France Roanne
2018 98,54 98,40 99,34 97,10 97,11 94,57 97,68 96,20 96,87 95,94
2017 98,13 98,30 99,69 92,83 96,30 99,14 97,70 96,02 97,53 95,72
2016 98,88 98,16 99,24 96,65 94,29 97,80 95,77 95,19 96,53 92,41
Sofidel Germany Sofidel Greece Sofidel Hungary Sofidel Poland Sofidel Romania Sofidel Spain Sofidel Sweden Sofidel UK Werra (Stab. THP) (GER) Werra (Stab. Werra) (GER) Werra (Stab. Omega) (GER)
2018 98,74 98,99 98,75 98,99 98,62 98,58 89,45 97,95 96,34 99,43 97,71
2017 96,65 99,67 n.d. 97,91 98,23 98,47 94,75 96,93 98,76 98,61 98,33
2016 97,73 98,83 n.d. 99,36 98,10 98,80 90,70 95,41 99,06 97,75 98,90

L’andamento dei dati triennali sopra riportati evidenzia, in tutte le aziende, risultati soddisfacenti di conformità del prodotto, considerando che il valore massimo raggiungibile dall’indice è 100 e che tale indice si basa su criteri più severi rispetto al semplice rapporto tra prodotto conforme e produzione totale.


4. La mancanza della reportistica per Sofidel America e Sofidel Turkey è dovuta all'adozione di indici di calcolo differenti e pertanto non comparabili.

Sicurezza del prodotto

Come la qualità anche la sicurezza dei prodotti Sofidel è un valore basilare e imprescindibile, in linea con la mission aziendale.

Per rafforzare questo concetto nel 2017 è stato anche istituito, all’interno della Direzione Qualità Corporate, il Dipartimento Sicurezza del Prodotto che ha l’obiettivo di coordinare e tenere sotto controllo tale processo.

A livello produttivo tutta la filiera è coinvolta in questo tema e, già da oltre quindici anni, progressivamente, gli stabilimenti del Gruppo si stanno dotando di sistemi di autocontrollo igienico-sanitario che garantiscono, oltre al rispetto della normativa cogente per il settore tissue, anche l’applicazione dei principi stabiliti dagli standard volontari British Retail Consortium (BRC) Consumer Products Personal Care and Household e International Food Standard (IFS) Household and Personal Care Products e dei requisiti richiesti dai principali retailer.

Alla fine del 2018 sono 17 i siti produttivi aventi la certificazione BRC o IFS, con una produzione del Gruppo che copre il 76,96% della produzione complessiva di Sofidel. Per quanto riguarda gli stabilimenti non certificati, prosegue l’iter di implementazione del sistema di autocontrollo che riguarderà, nel 2019, gli stabilimenti di Sofidel Sweden, Sofidel Greece e Sofidel Hungary.

I sistemi di autocontrollo implementati a livello di stabilimento sintetizzano l’impegno per la sicurezza, qualità e legalità dei prodotti nella Politica di autocontrollo igienico-sanitario approvata dal Legale Rappresentante di ogni società.

Dalla Politica discende la valutazione del rischio che consente, per ogni fase del ciclo produttivo, a partire dalla ricerca e sviluppo, di individuare e misurare i potenziali rischi di contaminazione del prodotto e del processo dal punto di vista fisico, chimico e microbiologico.

L’analisi del rischio è effettuata secondo i principi della metodologia HACCP (Hazard Analysis and Critical Control Points), applicando l’algoritmo Gravità per Probabilità, che è la base per individuare e implementare le buone pratiche di fabbricazione (GMP – Good Manufacturing Practices) in modo da eliminare o almeno ridurre a livelli accettabili i potenziali rischi per la sicurezza del consumatore.

Negli stabilimenti in cui è implementato il sistema di autocontrollo igienico-sanitario (81% degli stabilimenti europei) il 100% delle categorie dei prodotti è sottoposto alla valutazione dell’impatto sulla salute e sulla sicurezza dei prodotti e, comunque, in tutti i siti sono implementate le GMP. Oltre a specifiche attività, come i programmi di pulizia e ispezione, i test di rintracciabilità e di ritiro, l’applicazione delle regole igieniche, vengono anche eseguite, presso laboratori esterni accreditati, prove di tipo chimico e biologico effettuate in conformità ai principali regolamenti e linee guida applicabili. Il piano di effettuazione delle prove è in costante aggiornamento, in funzione dell’evoluzione delle normative e/o di particolari richieste del mercato di riferimento.

Grande attenzione viene, inoltre, posta alla filiera di fornitura, richiedendo dichiarazioni di conformità alla legislazione applicabile e di idoneità all'utilizzo negli articoli Sofidel delle materie prime.

Torna indietro