La gestione del capitale umano

L’approccio del Gruppo Sofidel alla gestione delle risorse umane si focalizza sulla valorizzazione dei propri dipendenti e sulla loro integrazione nella cultura organizzativa aziendale, elementi essenziali per l’apporto di caratteristiche, quali innovazione e flessibilità, sempre più determinanti per la competitività aziendale in un mercato globalizzato.

La politica di gestione delle risorse umane è saldamente fondata sui principi espressi dal Codice Etico e dalle linee guida di Gruppo per la Gestione delle Risorse Umane che prevedono la centralità del capitale umano nel processo di creazione del valore come asset strategico per l’impresa, promuovono il rispetto delle pari opportunità e della diversità come ricchezza da coltivare, nonché i valori del trattamento paritario, dello sviluppo delle capacità individuali, del lavoro di gruppo, delle comunicazioni aperte e dell’apprendimento continuo.

Lo sviluppo di competenze, sia tecniche sia manageriali, è un fattore strategico per il Gruppo Sofidel che annualmente eroga una media per dipendente di 9,32 ore di formazione, con gli obiettivi di mantenere i dipendenti aggiornati su tematiche di largo interesse come salute e sicurezza, di incrementare la conoscenza della lingua inglese e di trasferire metodologie consolidate e cultura del risultato alle persone operative negli stabilimenti produttivi.

Il valore strategico delle risorse umane è evidenziato, inoltre, dall’obiettivo di Performance Management. A questo riguardo nel corso dell’esercizio è stato portato avanti a livello di Gruppo il progetto per la Performance Evaluation. Inoltre, anche nel corso del 2018 è proseguito il progetto “Card Evaluation” che stabilisce una connessione diretta della performance qualitativa con il sistema premiante, permettendo una valutazione di medio periodo dei risultati qualitativi, cui fa seguito un piano d’azione condiviso per la maturazione professionale e personale del dipendente.

Il Gruppo Sofidel ha, inoltre, implementato specifiche politiche di gestione indirizzate alle due fasce d’età minoritarie di dipendenti, aderendo al laboratorio “Lifelong Employability & Welfare Aziendale” promosso dalla Fondazione Sodalitas, con lo scopo di identificare soluzioni efficaci di lifelong employability e di gestione sostenibile delle risorse umane, e avviando altresì la strutturazione di un processo di “Induction” a livello di Gruppo per la gestione dei dipendenti neoassunti.

Sempre nell’ottica di promuovere lo sviluppo interno e la crescita professionale dei propri dipendenti, nel corso del 2018 la Direzione Risorse Umane ha portato avanti con successo il progetto “Job Internal Recruitment”, con l’obiettivo di offrire job opportunities interne per tutti i dipendenti, sia a livello nazionale sia internazionale.

Inoltre, al fine di rafforzare la propria posizione e di garantire un ambiente di lavoro che tuteli la dignità e la qualità della vita lavorativa di tutti i dipendenti, il Gruppo Sofidel ha pubblicato uno specifico “Regolamento contro il mobbing sul luogo di lavoro”, che va ad affiancare le policies già esistenti e applicate da anni contro ogni forma di molestia e/o di discriminazione all’interno delle aziende del Gruppo.

Nel 2018, inoltre, è stato organizzato il settimo International HR Meeting di Gruppo, al quale hanno partecipato tutti gli HR Manager di Paese a livello europeo. Il meeting è stato l’occasione per promuovere la reciproca conoscenza e il continuo scambio di idee e di informazioni all’interno della Direzione Risorse Umane. Nel corso del meeting, al fine di coinvolgere e di sviluppare sempre di più la forza lavoro del Gruppo, sono state definite le strategie HR a livello globale e i nuovi progetti da implementare, tra cui il progetto sul “Remote Working” e un nuovo progetto sulla “Performance Appraisal” che sarà sviluppato nel corso del 2019.

Torna indietro