I prodotti ecologici

Nel 2016, l’anno del cinquantenario, Sofidel assunse un importante impegno nell’ambito dei prodotti a proprio marchio: portare tutti i prodotti Brand del Gruppo a mostrare il marchio FSC®, garanzia di una gestione forestale sostenibile dal punto di vista sia ambientale sia sociale. Questo impegno è supportato dalla politica di approvvigionamento della materia prima che orienta da anni gli acquisti verso cellulose certificate. La partnership con FSC® è stata consolidata anche con l’entrata del Gruppo Sofidel nella Camera Economica di FSC® International e di FSC® Italia. Anche nel corso del 2019, rispettando l’impegno preso, Sofidel ha aumentato costantemente la produzione di prodotti con marchi di qualità ecologica (FSC®, PEFC™, Ecolabel, Swan Label, Blue Angel) sia per la richiesta dei clienti, che si mostrano sempre più sensibili alle tematiche ambientali, sia per la pressione mediatica che Sofidel esercita quotidianamente attraverso i suoi strumenti di comunicazione e divulgazione. Nel 2019 il Gruppo ha infatti prodotto articoli con almeno un marchio ecologico per un totale di oltre 650.000 tonnellate, che rappresentano oltre il 65% della produzione di prodotti finiti. Tale crescita ha confermato l’impegno dell’azienda nella scelta di materie prime non solo di provenienza forestale certificata, ma anche in grado di garantire processi produttivi a minore impatto ambientale, in un'ottica di miglioramento del ciclo di vita. Il tema dell’economia circolare è considerato un importante driver nelle politiche comunitarie di prodotto, ma anche nei criteri di scelta delle società di distribuzione e dei consumatori. Sofidel ha deciso di investire sui propri prodotti sia per ridurre la quantità di imballaggi sia per introdurre materiali con maggiori caratteristiche di riciclabilità e rinnovabilità. Nel corso del 2019 sono stati lanciati molti prodotti con imballaggi in carta, al posto della tradizionale plastica, senza anima di cartone o con imballaggi compostabili.

Environmental Paper Company Index (EPCI) di WWF

Lo strumento biennale proposto dall’organizzazione ambientalista alle aziende del settore cartario e della cellulosa per valutarne trasparenza e impegno in materia ambientale si basa sulla pubblicazione volontaria di dati relativi a specifici indicatori che WWF considera importanti per monitorare nel tempo l’impronta ecologica di un’azienda. I risultati sono disponibili in lingua inglese su http://epci.panda.org/.
Sofidel ha partecipato all’iniziativa anche nel 2019 e ha ricevuto una valutazione complessiva di 77,2%, un punteggio migliore sia rispetto alla media globale del settore tissue (67%) sia rispetto a quello assegnato al Gruppo nell’ultima rilevazione del 2017 (76,6%). In particolare, Sofidel è cresciuta ancora in due delle tre sottocategorie monitorate – Responsible Fibre Sourcing (approvvigionamento responsabile di cellulosa) e Reporting & EMS (Environmental Management System) – dimostrando che le politiche di sostenibilità implementate continuano ad andare nella giusta direzione, portando risultati e riconoscimenti di livello internazionale.
Su una scala da 0 a 100 Sofidel ha ottenuto il punteggio di:

  • 75% (a fronte del 72% nel 2017) per quanto riguarda la categoria Responsible Fibre Sourcing, relativa all’approvvigionamento responsabile di cellulosa;
  • 80% nella sezione Reporting & EMS, relativa al reporting socio-ambientale (79% nel 2017);
  • 77% nella categoria Clean Manufacturing, che tiene in considerazione il ridotto impatto ambientale dei processi produttivi (79% il dato registrato nel 2017). Un risultato, quest’ultimo, in lieve decrescita rispetto alla precedente rilevazione, dovuto principalmente alla minore efficienza ambientale degli impianti conseguente alla messa a regime di nuova capacità produttiva in Spagna, Polonia e Stati Uniti.

Sofidel ha partecipato a tutte e quattro le edizioni del report biennale di WWF, lanciato nel 2013 per promuovere la trasparenza e il miglioramento continuo nel settore cartario, mostrando nelle quattro edizioni un progresso nello score complessivo di 12,4 punti percentuali. Dal 2015 il Gruppo fornisce i dati per la compilazione del report con riferimento al 100% della sua produzione. Nel 2019 su 84 società invitate a livello mondiale, solo 30 hanno preso parte al report.

I numeri della gestione ambientale degli stabilimenti del Gruppo Sofidel

Torna indietro