Nuove sfide

Il raggiungimento dell’obiettivo di avere una catena di fornitura caratterizzata dall’assenza di rischi reputazionali impone al Gruppo Sofidel di continuare a monitorare e stimolare la sostenibilità lungo tutta la filiera.

L’analisi dell’attuale portafoglio fornitori dal punto di vista della sostenibilità indica in modo chiaro la nuova sfida che attende il Gruppo: favorire la trasformazione in ottica sostenibile delle aziende di piccole e medie dimensioni (fatturato inferiore a 20 Mln €) appartenenti al network dei fornitori del Gruppo. In particolare, il confronto con i dati relativi all’anno 2018 indica che tale trasformazione si è avviata nel comparto delle aziende di medie e grandi dimensioni (fatturato > 20 Mln €, +4% vs. 2018 | fatturato 5 Mln ÷ 20 Mln €, +3% vs. 2018), mentre non si registra il cambio di passo atteso all’interno delle aziende di piccole dimensioni (fatturato < 5 Mln €).

La sfida delle PMI – 2019


L’attenzione del Gruppo dovrà, quindi, rivolgersi a questa tipologia di aziende per supportare la loro trasformazione e favorire la riduzione del gap che le separa dalle altre aziende appartenenti al network dei fornitori del Gruppo.

Il supporto a tale trasformazione si realizza attraverso l’implementazione di un servizio di training online e di un help desk online per accompagnare queste aziende nel loro percorso di miglioramento e adempimento degli standard Sofidel. L’attività di progettazione dei moduli formativi è stata completata nel corso del 2019 e nel corso del 2020 il Gruppo Sofidel intende avviare una campagna massiva di formazione indirizzata ai fornitori di primo livello presenti sulla piattaforma TenP: lo strumento scelto per veicolare i contenuti formativi è la piattaforma SAP SuccessFactors attraverso cui saranno distribuiti moduli di e-learning specifici.

Stimolare la sostenibilità lungo tutta la filiera significa anche estendere ai fornitori di secondo livello la prequalifica sulla piattaforma TenP. La complessità del mercato è un fattore critico che non ha favorito il conseguimento di questo obiettivo. Il Gruppo Sofidel intende comunque perseguire la sfida di una catena di fornitura di secondo livello qualificata.

L’obiettivo che il Gruppo Sofidel intende perseguire nel 2020 è fare della piattaforma Ariba lo strumento unico per monitorare la performance dei fornitori, anche in termini di sostenibilità. La fase di onboarding dei fornitori è continuata per l’intero 2019 portando il numero di fornitori che hanno completato con successo il processo integrato di prequalifica al valore di 904 (+104% vs. 2018): tali fornitori nel corso del 2019 hanno generato il 32% della spesa complessiva del Gruppo Sofidel.

Nell’ultimo trimestre del 2019 il Gruppo Sofidel ha condotto un progetto pilota per affidare la fase di onboarding a un partner qualificato: la collaborazione si concretizzerà in un’attività estesa ai primi quattro mesi del 2020 per “energizzare” la fase di onboarding e cogliere il nuovo obiettivo fissato per l’anno 2020.

L’obiettivo per l’anno 2020 è portare la percentuale di spesa generata dai fornitori prequalificati sulla piattaforma Ariba al valore di 80%.

Torna indietro