La strategia e la comunicazione del Corporate Brand Sofidel

Negli ultimi anni Sofidel ha adottato una strategia di corporate branding e comunicazione con l’obiettivo di far crescere ulteriormente la propria reputazione in Italia e all’estero e portare così valore al Gruppo, raccontando le proprie strategie, l’impegno e i progetti.

Oggi il valore di un’azienda è sempre più legato ai valori intangibili, quali reputazione, brevetti, persone e tutto ciò che non è direttamente legato agli aspetti hard di un’azienda. In questo senso la reputazione gioca ovviamente un ruolo determinante.

Ancora nel 2019, Reputation Institute, leader mondiale nella misurazione della reputazione, posiziona Sofidel tra le prime dieci aziende italiane con una valutazione di 74,42 su una scala 0-100 (vedi RepTrack Italia 2019).

I dipendenti di un’azienda, si sa, sono i primi “ambasciatori” del Corporate Brand. Sofidel ha moltiplicato le modalità di dialogo con loro: dal giornale aziendale distribuito a tutti i dipendenti del Gruppo e tradotto in 11 lingue, alla intranet rivista e aggiornata costantemente, agli schermi Sofidel Channel negli stabilimenti per raggiungere chi non possiede un computer per svolgere il proprio lavoro, alle frequenti informative sotto forma di mail, all’e-learning, fino al blog Soft & Green sui temi della sostenibilità.

Agli stakeholder esterni Sofidel si rivolge ovviamente sempre con modalità diverse e adatte all’interlocutore specifico: dal mondo istituzionale, ai media, ai clienti, ai partner, ai fornitori ecc.

Nel 2019 Sofidel ha deciso di portare avanti due nuove iniziative di comunicazione. La prima, dal titolo “NexGen”, si è rivolta in particolare ai giovani con l’obiettivo di creare cultura in ambito di sostenibilità. La seconda ha affrontato il tema della plastica monouso negli ambienti di lavoro. Si è trattato di una campagna di sensibilizzazione per la popolazione interna che ha previsto la sostituzione negli ambienti di lavoro di oggetti in plastica usa e getta con altri realizzati con materiali più sostenibili. Guardare al futuro significa in primo luogo pensare a chi verrà dopo di noi. Perché è proprio a loro che, più di tutti, esso appartiene.

Numerose sono state anche altre attività messe in campo nel corso di tutto l’anno (vedi il paragrafo “Iniziative di dialogo con gli stakeholder”).

Torna indietro