Avviato a Circleville, in Ohio, l’impianto produttivo più grande, moderno e sostenibile di Sofidel

È stato avviato a Circleville, in Ohio (USA), il nuovo stabilimento integrato Sofidel, frutto del primo investimento greenfield negli Stati Uniti. L’impianto si caratterizza per l’adozione di tecnologie innovative per le fasi di cartiera, converting e magazzino. Un investimento complessivo di circa 400 milioni di dollari, per un sito che impiegherà a regime circa 700 persone, con una capacità produttiva complessiva di 140.000 tonnellate/anno. Installate due macchine da cartiera Advanced New Tissue Technology 200 (NTT) Valmet e dieci linee di converting di cui tre Constellation Fabio Perini. Sul fronte della sostenibilità, insieme all’utilizzo di impianti di cogenerazione, Sofidel ha implementato un sistema di recupero del calore generato dalle turbine, utilizzato per l’asciugatura delle bobine di carta e per la produzione di vapore. L’impianto è all’avanguardia anche sul fronte dell’automazione della logistica. Attraverso l’applicazione al settore cartario di tecniche mutuate dal food & beverage è stato realizzato un sistema di trasferimento automatico delle bobine tra la fase di cartiera e quella di converting – con veicoli a guida laser (LGV) – e la completa automazione della gestione del prodotto finito grazie al magazzino automatico Smart Store, in grado di gestire oltre 50.000 pallet di merce. Questo è attualmente lo stabilimento produttivo più grande, moderno e sostenibile del Gruppo, che dispone ora di nuova capacità produttiva in grado di alimentare ulteriormente la crescita sul mercato statunitense, il primo al mondo per consumi pro capite nel settore tissue.

Avviato a Circleville, in Ohio, l’impianto produttivo più grande, moderno e sostenibile di Sofidel

Torna indietro