ITA | ENG

Risultati positivi in un anno difficile,
per un futuro da affrontare con fiducia e coraggio.

LETTERA
AGLI STAKEHOLDER

Il 2020, segnato dalla pandemia da Covid-19, è stato un anno difficile a livello globale, che lascia una traccia indelebile di sofferenze e problemi aperti. Malgrado il forte impatto sanitario e le ripercussioni economiche e sociali causate dal virus, Sofidel chiude l’anno in modo positivo, in termini sia di fatturato che di margini operativi netti.

Sono sei i fattori che ci hanno permesso di raggiungere questo risultato:

• L’appartenenza a un settore industriale rimasto sempre in attività, anche nei periodi di lockdown, in tutti i Paesi dove il Gruppo opera, perché produciamo un bene – la carta per uso igienico e domestico – considerato essenziale per il benessere delle persone e l’igiene degli ambienti domestici e dei luoghi di lavoro.

• Il varo, fin da febbraio 2020, di un “Piano di azione” efficace e orientato alla massima cautela, coordinato e monitorato da una cabina di regia dedicata. Questo piano, costantemente aggiornato sulla base delle direttive dei singoli Governi e delle Autorità sanitarie internazionali (OMS) e nazionali dei vari Paesi, ci ha permesso di proteggere gli uffici e gli stabilimenti Sofidel ed evitare lo sviluppo di focolai interni e la diffusione del virus.

• Il forte incremento delle vendite nel mercato retail (Private Label e Brand), in particolare nei mesi di marzo e aprile 2020, durante la prima ondata pandemica, quando in diversi Paesi carta igienica e asciugoni sono letteralmente spariti dagli scaffali dei supermercati a causa di fenomeni di panic buying. Una crescita che ha compensato il calo della linea Away-From-Home, che per Sofidel rappresenta poco più del 12% delle vendite, pesantemente colpita dall’emergenza.

La piena operatività, a partire dalla fine dell’estate 2020, del nuovo stabilimento integrato di Inola, in Oklahoma. Un sito greenfield di nuova generazione che, oltre ad accrescere la capacità produttiva e migliorare la copertura geografica del Gruppo negli Stati Uniti, ne ha significativamente rafforzato la posizione e le potenzialità di crescita sul mercato americano.

• Il costo della cellulosa, la nostra principale materia prima, che dopo i rialzi degli anni precedenti si è mantenuto stabile e in linea con i valori bassi del secondo semestre 2019.

• I prezzi favorevoli dell’energia durante tutto il periodo, che ci hanno permesso di limitare i costi di produzione.

Per quanto riguarda l’emergenza Covid-19, ci siamo concentrati su tre priorità: tutelare la salute dei nostri dipendenti e dei partner con cui collaboriamo, sostenere le comunità in cui operiamo e salvaguardare la continuità della produzione per garantire la fornitura dei prodotti e soddisfare le esigenze di clienti e consumatori.

Coerentemente con il nostro impegno a favore di uno sviluppo inclusivo, sostenibile e duraturo, abbiamo promosso diverse iniziative rivolte al territorio per offrire supporto durante l’emergenza sanitaria e prevenire o contrastare situazioni di sofferenza economica e disagio sociale.

I progetti hanno riguardato alcune strutture ospedaliere nelle aree dove si trovano i nostri stabilimenti, famiglie in difficoltà – identificate grazie alla collaborazione con enti pubblici e organizzazioni non governative – e settori particolarmente colpiti dai periodi di lockdown, come quello della ristorazione.

Sempre per quanto riguarda l’impegno a favore di uno sviluppo responsabile, i nostri obiettivi di riduzione delle emissioni climalteranti al 2030 sono stati approvati da Science Based Targets initiative (SBTi).

Un riconoscimento che conferma che i nostri progressi sono in linea con le riduzioni necessarie per limitare il riscaldamento globale al di sotto dei 2°C, secondo quanto richiesto dall’Accordo di Parigi 2015.

Nel 2020, Sofidel ha ribadito la priorità di alcuni temi già al centro della propria strategia: l’assoluta rilevanza della trasformazione digitale (con le sue implicazioni su produzione, manutenzione, offerta, logistica, e-commerce e cyber security); la domanda sempre più diffusa di innovazione in tutti gli ambiti aziendali (prodotto, processi e servizi); l’esigenza di un impegno ancora più condiviso e multilaterale per promuovere un benessere integrale e dare alle persone e al pianeta un futuro positivo.

Oggi le persone sono sempre più attente ai valori che un’azienda esprime. Ai brand non si chiede solo di sviluppare prodotti di qualità, ma di essere autentici e contribuire al bene della società e del pianeta. In questo anno così complicato, ci siamo interrogati sulla vera ragion d’essere della nostra azienda e sui valori che ci guidano.

E per dare forma e concretezza a queste riflessioni, a fine anno abbiamo presentato in azienda il nostro purpose:

CLEAN
LIVING
FOR EVERYDAY NEEDS
FOR A HEALTHIER PLANET
FOR INTEGRITY AND RESPECT

Questo proposito, che guiderà le nostre azioni in futuro, esprime in modo chiaro come vogliamo partecipare alla costruzione del bene comune.

Il 2020 si conclude con l’avvio della distribuzione delle prime dosi di vaccino. Non è certamente ancora il tempo di abbassare la guardia, però è il momento di cominciare a guardare oltre l’emergenza per promuovere una ripresa basata su paradigmi di sviluppo più equilibrati e sostenibili.

A livello di mercato, nel breve periodo – pandemia permettendo – ci attendiamo un recupero della linea Away-From-Home e un ritorno verso condizioni di consumo più stabili e ordinarie nel canale retail. Considerazioni simili valgono per l’andamento del costo della cellulosa, per cui prevediamo un probabile rialzo.

In questo contesto, Sofidel lavorerà per rafforzare ulteriormente la propria posizione sul mercato americano (oggi il primo del Gruppo per fatturato) e sul fronte digitale in forte accelerazione.

Inoltre, continueremo a impegnarci per promuovere l’innovazione, in termini sia di processi produttivi che di offerta di prodotto, per creare valore aggiunto condiviso lungo tutta la catena del valore.

Guardando al medio-lungo termine, il Gruppo intende agire per favorire quel “cambiamento trasformativo” necessario per costruire una società più forte, equa e in armonia con il pianeta.

In un mondo in cui la velocità del cambiamento genera squilibri e incertezze, Sofidel lavora per essere fra le realtà che si impegnano per anticipare e governare questa evoluzione nel modo migliore. Un ruolo in sintonia con le principali istituzioni internazionali, che orienta il nostro cammino di sviluppo lungo tre assi fondamentali: transizione ecologica, trasformazione tecnologica e digitale, inclusione e coesione sociale.

Questa è la direzione che, guardando al 2021 e oltre, intendiamo seguire insieme a tutti i nostri interlocutori.


Emi Stefani
Presidente Sofidel


Luigi Lazzareschi
AD Sofidel

“IL NOSTRO CAMMINO DI SVILUPPO SI ORIENTA LUNGO TRE ASSI
FONDAMENTALI: TRANSIZIONE ECOLOGICA, TRASFORMAZIONE
TECNOLOGICA E DIGITALE
, INCLUSIONE E COESIONE SOCIALE.

< Torna al Report